Festa Nissolino Sport: maschi promossi in Argento

21 Settembre 2022

Dopo la finale Bronzo dei CdS a Palermo, la squadra maschile ottiene il secondo salto di categoria consecutivo mentre le donne si confermano in Bronzo: "Spirito e mentalità"

 

Sorride la Nissolino Sport dopo i CdS: a Palermo, nella finale Bronzo, la squadra maschile è stata promossa in Serie Argento mentre le donne hanno ottenuto la conferma in Serie Bronzo.

Le compagini maschile e femminile – ricorda la stessa Nissolino in una nota - dopo aver ottenuto la promozione nel 2021 grazie al 2° posto degli uomini e il 3° delle donne nella finale di Serie B, hanno confermato senza grandi problemi il punteggio richiesto nella fase di qualifica. Come in tutte le serie nazionali, le 12 squadre maschili e le 12 femminili si sono date battaglia per ottenere il pass di promozione categoria, destinato ai primi 4 classificati. Le squadre posizionate dal 5° all’8° posto confermano invece la serie di appartenenza per l’anno successivo, mentre dal 9° al 12° posto si viene retrocessi. Gli uomini della Nissolino Sport ottengono la seconda promozione consecutiva: confermando il punteggio minimo richiesto per la partecipazione alla A Argento, l’anno prossimo avranno la possibilità di salire ulteriormente di categoria, accedendo alla massima serie, ossia la “A Oro”. Le donne con il 5° posto ottenuto in classifica generale, confermano la loro presenza in Serie A Bronzo, non senza un pizzico di rammarico per il 4° posto sfumato di soli 7,5 punti. Questi avrebbero portato entrambe le squadre in Argento.

A livello maschile, ad aprire le danze è stato subito un oro conquistato dall’ostacolista Mattia Di Panfilo con 14.74 nei 110hs, staccando di oltre mezzo secondo (15.28) l’argento della Toscana Atletica Futura. Neanche il tempo di festeggiare che si passa alla gara regina: i 100m. A presentarsi ai blocchi di partenza per la Nissolino Sport c’è il cingalese da 9.96 Yupun Abeykoon, fresco dal 5° posto della finale della Diamond League di Zurigo, che fa valere tutta la sua superiorità tagliando il traguardo davanti a tutti con 10.35. La terza medaglia maschile di giornata arriva sorprendentemente da Emmanuel Siano: il triplista di Velletri si presentava con un personale di 14.42m che lo proiettava potenzialmente a metà graduatoria. Con una serie di salti incredibili, invece, ha migliorato di ben 90 cm il suo precedente pb, facendo segnare la misura di 15.32m e concludendo al secondo posto alle spalle solo del cubano Andy Diaz Hernandez (16.08), in forza all’Unicusano Livorno e campione della Diamond League.

L’ennesima medaglia maschile di giornata arriva dall’attesissima staffetta 4x100m con la formazione della Nissolino Sport: Di Panfilo/Ricci/Paz Soto/Abeykoon, che con il crono di 41.14 garantisce l’oro staccando di oltre un secondo i secondi classificati, stabilendo inoltre i nuovo record societario. Ad ampliare il quadro delle medaglie maschili nella seconda giornata ci sono l’argento di Geovany Paz Soto con 7.10 nel salto in lungo giunto alle spalle del vincitore Diaz Hernandez e l’argento del neo campione del Mediterraneo U23 Marco Ricci capace di correre i 200m, in prima corsia, in 21.15 e stabilendo il suo nuovo pb. Nell’ultima gara di giornata arriva l’ennesima medaglia per gli uomini, grazie alla staffetta 4x400m composta da Fioribello/Roani/Roscito/Ricci. Questi, con il crono di 3:19.64, agguantano il record societario e un altro fondamentale argento che porterà la squadra maschile a raggiungere uno dei quattro posti a disposizione per la promozione. Fondamentale è stato il contributo del resto dei componenti della squadra con Matteo Famularo 4° classificato nei 5km di marcia con 23:44.77 (PB), Roberto Iazzetta 4° nel martello con 54.15 (SB), Casian Andrioaia 4° nel salto con l’asta con 4.10 (PB), Domenico Fioribello 5° nei 400m con 49.98, Mario Roani 5° nei 1500m con 3:58.56, Lorenzo Minnozzi 8° nel peso con 13.98 (PB), Andrea Terriaca 8° nei 400hs con 57.29, Davide Zuliani 8° nel salto in alto con 1.80 (PB eguagliato), Matteo Bianconi 8° negli 800m con 1:59.07, Francesco Guidi 8° nei 5000m con 15:33.19 (PB), Leonardo Pitò 9° nel giavellotto con 50.46, Emanuele Colato 9° nel disco con 35.05, Dario Caiazzo 11° nei 3000 siepi con 11:07.56 (PB). 

Anche al femminile si è partiti con la vittoria nei 100m di Caterina Ruggeri Fasciani. La ragazza romana, dopo un infortunio al tendine d’Achille che ha messo in dubbio la sua partecipazione alla finale, è riuscita a partire stringendo i denti, vincendo la gara con il miglior risultato stagionale e un crono al di sotto dei 12 secondi (11.97).

Si passa alle pedane dove arriva prima l’argento nel salto in alto con Chiara Crippa (1.69) che poco prima aveva chiuso al 6° posto i 100hs in 15.00, e poi il bronzo nel peso con Claudia Bertoletti (12.89). Le ragazze concludono la prima giornata con un ottimo argento nella staffetta 4x100m con Caronti/Simonelli/Tirnetta/Ruggeri che segnano il crono di 47.52. Seconda giornata d’oro per la Medaglia di Bronzo ai Campionati del Mediterraneo U23 del salto con l’asta Maria Roberta Gherca, che sbaraglia la concorrenza grazie alla misura di 4.00m, staccando la seconda classificata di 70 cm. Argento per Eleonora Cassalini nel disco con un lancio da 42.83 metri. Nota dolente della giornata, il brutto infortunio muscolare sui 200m per Valeria Simonelli che è stata costretta a rinunciare anche alla 4x400m, dove si è fatta trovare pronta Martina Pompei. Importanti i risultati anche delle altre componenti della squadra: Ilaria Romagnoli 4° nel salto triplo con 11.58, Alessia Tirnetta 5° nei 400m con 57.15, Martina Cappa 7° nel salto in lungo con 5.40, Chiara Corradini 7° nel martello con 31.74, Giorgia Forastiero 8° nei 3000 siepi con 12:41.05, Valeria Ceccarelli 9° negli 800m con 2:22.79, Martina Columba 9° nei 400hs con 1:09.89, Sara Pezzotti 10° nella 5km di marcia con 32:02.14.

“Poco più di un anno fa iniziava il percorso del cds assoluto della SSD Nissolino Sport, accedendo alla finale di quarta categoria tra le prime 48 squadre in Italia. Il prossimo anno già ci si giocherà l’accesso in A Oro, tra le prime 12 società italiane: da questi progressi si percepisce lo spirito e la mentalità vincente che caratterizzano i componenti della nostra squadra. In primis quello degli atleti, capaci di dimostrare impegno, disponibilità e costanza di risultati durante l’arco dell’intera stagione. Senza dimenticare i tecnici che, grazie al loro lavoro serio e professionale, hanno contribuito a queste grandi soddisfazioni sportive. Infine, una menzione anche per i dirigenti della SSD Nissolino Sport e delle società affiliate al gruppo Nissolino, focalizzate costantemente sulla crescita di ogni singolo atleta e dell’intero movimento” scrive Nissolino Sport.



La Nissolino Sport a Palermo: una festa! | Foto Bonanni/Foto


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate