Yokohama. Cinque staffette su cinque ai Mondiali

13 Maggio 2019

Le staffette azzurre tutte qualificate per la rassegna iridata di ottobre. Ci saranno quindi anche i piemontesi Michele Tricca e Davide Manenti, così come il ligure del CUS Torino Davide Re.


 

Cinque staffette su cinque qualificate per i mondiali di ottobre di Doha. Questo il responso dei Mondiali di Yokohama di questo fine settimana. Ultima in ordine di tempo a qualificarsi la 4x400 maschile con il segusino Michele Tricca (Fiamme Gialle) insieme a Daniele Corsa, Edoardo Scotti e Davide Re, quest’ultimo inserito nel quartetto della finale dopo aver qualificato nel primo giorno di gare la 4x400 mista insieme ad Andrew Howe, Giancarla Trevisan e Raphaela Lukudo. Ottimi gli split di Re con 45.30 partendo dai blocchi nella mista e 44.6 lanciato nella 4x400 maschile che si aggiudica la finale B conquistando, come detto, il pass per i Mondiali. Buone prestazioni anche per Michele Tricca in entrambe le prove: 45.60 in batteria sul lanciato, il più veloce tra i quattro azzurri, e 45.7 nel turno successivo, secondo solo a Re. Staffetta del miglio che, ricordiamo, era orfana di Matteo Galvan, primatista italiano, costretto a restare in Italia per un infortunio.


La 4x400 maschile dopo la vittoria nella finale B di Yokohama


Vola anche Davide Manenti (Aeronautica) insieme a Fausto Desalu, Marcel Jacobs e Filippo Tortu. 38.29 il sabato, secondo tempo più veloce di sempre per un quartetto azzurro, quello che serve per vincere la batteria, centrare la finale A e il pass per i Mondiali. In finale il testimone stava filando via a ritmi da probabile record italiano ma in coincidenza con l’ultimo cambio, Noha Lyes, lo statunitense nella corsia interna a Manenti, rifila una spallata all’azzurro che perde l’equilibrio e non riesce a passare il bastoncino a Tortu. Peccato perché poteva arrivare la medaglia come accaduto per la 4x400 femminile di Maria Benedicta Chigbolu, Ayomide Folorunso, Giancarla Trevisan e Raphaela Lukudo.  


La 4x100 maschile dopo la sfortunata finale

Resta comunque la certezza dei cinque quartetti qualificati per Doha e del pass conquistato così anche dai piemontesi Michele Tricca e Davide Manenti, insieme al ligure del CUS Torino Davide Re. Piemontesi che vanno così ad aggiungersi alla torinese Daisy Osakue (Fiamme Gialle) già in possesso del pass per la rassegna iridata nel disco con i suoi 61,35 metri lanciati ad Abilene in USA.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate