Assoluti indoor: bronzo e record per Ceban

20 Febbraio 2021

Ad Ancona l'astista di Orvieto sale a 5.17 ed è splendido terzo. Santificetur vicina al suo primato

di Umbria


 
Bronzo con record. E' da "circoletto rosso" il campionato italiano assoluto indoor di Eugeniu Ceban. Il saltatore della Libertas Orvieto aggiunge 7 centimetri al proprio limite regionale e grazie al 5.17 conquista la medaglia di bronzo. Una medaglia per certi versi inaspettata visti i rivali in gara ed ampiamente meritata, giunta al culmine di una giornata in cui ha dapprima eguagliato il suo primato umbro per poi salire ancora. La prima giornata dei campionati italiani di Ancona hanno visto in gara anche Nadine Santificetur, quattordicesima nei 60 ostacoli chiusi a soli 3 centesimi dal proprio limite umbro. Nella seconda giornata di gara in lizza per una medaglia Monica Cantarella, seconda misura di accredito in gara per difendere il podio dello scorso anno, e Alessandra Lazzari, a caccia di una medaglia nella gara dell'asta. 

RISULTATI

SALTI... DI BRONZO - Eugeniu Ceban è uomo da grandi appuntamenti e lo conferma anche ad Ancona. Dopo le medaglie ai campionati italiani assoluti all'aperto nel 2019 (argento) e 2020 (bronzo) il quasi 28enne (compirà gli anni il 15 marzo e si è fatto così un regalo in anticipo) sale sul terzo gradino del podio ai campionati italiani assoluti indoor.

In una gara in cui erano iscritti tutti i migliori ad eccezione del numero 1 del momento fresco di operazione, il saltatore della Libertas Orvieto ha trovato la giornata migliore eguagliando d'apprima il suo primato regionale assoluto in sala e migliorandosi poi di altri 7 centimetri. Cammino senza macchie nei primi salti di giornata, 4.60, 4.80, 4.90 e 5.00, al termine dei quali si trova momentaneamente in testa ma con i rivali più accreditati, Mandusic, Sinno e De Angelis che devono ancora scendere in pedana e con Miani che rischia l'eliminazione. De Angelis sbaglia i tre tentativi alla misura di ingresso a 5.10, misura in cui invece sono perfetti Sinno e Miani. Ceban sbaglia due volte ma al terzo tentativo l'asticella resta su e la misura eguaglia il suo record regionale indoor. Si sale a 5.17 misura che passano in molti e che è superata al secondo tentativo da uno straordinario Ceban che ottiene così il record personale (anche all'aperto vantava 5.10 come miglior misura). A 5.22, con l'esordio di Mandusic che supera la quota così come Miani, Ceban di ferma dopo tre nulli e deve attendere i tentativi di Sinno a quota 5.27 per sapere il suo piazzamento. L'alfiere dell'Aeronautica sbaglia tre volte e per Ceban la festa può iniziare. Oro a Max Mandusic a 5.52, argento a Matteo Miani con 5.32 e bronzo per Eugeniu Ceban con 5.17. 

SANTIFICETUR VICINA AL RECORD - Non arriva un altro record ma ci va comunque vicina Nadine Santificetur (Arcs Cus Perugia). La 23enne di Bastia, impegnata nella seconda delle tre batterie, chiude al quinto posto in 8.75, a soli 3 centesimi dal suo primato personale. Una prova convincente che conferma la regolarità della Santificetur che chiude il suo campionato italiano al quattordicesimo posto.

di Leonardo Bordoni



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate