Golden Gala: Mangione 52.78, Jacobs 10.11

17 Settembre 2020

Serata benedetta dal record del mondo all'aperto di Mondo Duplantis nell'asta: 6,15. Bene i laziali: la siciliana di casa nella Capitale vicina al PB, sprinter quarto. Out Abdikadar e Stecchi

 
a cura di Christian Diociaiuti - Roma, stadio Olimpico

Il Golden Gala 'Pietro Mennea' all'Olimpico, tappa della Wanda Diamond League, emoziona eccome nella sua 40esima edizione. Non c'è il pubblico, che gode dello spettacolo in diretta su Rai2, ma non mancano le super performance. Si riscrive la MPI U23 dei 400 (ci pensa Edoardo Scotti) e poi il record italiano dei 3000 (con Yeman Crippa), ma c'è soprattutto il record del mondo all'aperto di Armand "Mondo" Duplantis che supera Bubka e salta 6,15 dentro l'Olimpico. Nella velocità vince Akani Simbine (9.95), terzo e quarto Filippo Tortu e Marcell Jacobs, uno degli atleti legati al Lazio che abbiamo attenzionato. Bene anche Alice Mangione, alla sua seconda esperienza Diamond, vicinissima al personale e ottava davanti a Rebecca Borga. Non salta Claudio Stecchi nella gara che incorona Duplantis: un fastidio al ginocchio in riscaldamento lo tiene a terra. E nella gara che riscrive le liste italiane dei 3000, l'aviere di Sezze Mohad Abdikadar non termina la corsa. 


***IL RACCONTO*** 

JACOBS 10.11 - Akani Simbine vince i 100 a Roma con 9.96 (+0.3).

Secondo Cissè in 10.04 e poi ecco Tortu e Jacobs: lo spinter Fiamme Gialle, primatista italiano, corre ancora sotto 10.10 e registra un 10.09 (dopo il 10.07 di Bellinzona). Lo sprinter Fiamme Oro Marcell Jacobs che a Roma si allena con Paolo Camossi, si ferma a 10.11, quarto nella gara finale del Golden Gala. 

DUPLANTIS RE DI ROMA - Arriva a Roma il nuovo record mondiale all'aperto del salto con l'asta maschile: lo salta Armand Mondo Duplantis, lo svedese arrivato fino a 6,18 al coperto. All'Olimpico lo svedese salta 6,15 al secondo tentativo e riscrive le graduatore mondiali superando Bubka (6,14).

BENE POZZI - Non è laziale e neanche azzurro, ma il britannico Andrew Pozzi che ha vinto i 110hs del Golden Gala si allena a Formia. Crono a 13.15, a un centesimo dal PB. Terza prestazione stagionale dell'anno nella specialità 

CRIPPA, RECORD NEI 3000 - Cade il primato dei 3000 che era di Gennaro Di Napoli (7:39.54): lo riscrive al Golden Gala Yeman Crippa (Fiamme Oro) in 7:38.27. Nella stessa gara, non termina la competizione Mohad Abdikadar (Aeronautica), atleta di Sezze che si allena a Trento con Massimo Pegoretti, lo stesso del primatista Crippa. Abdikadar ha un personale di 8:09.09. 

SCOTTI MPI U23 - Non è laziale ma merita una menzione. Edoardo Scotti (Carabinieri) con un 45.21 riscrive la MPI Promesse che apparteneva a Claudio Licciardello delle Fiamme Gialle (45.25, Pechino 2008), oggi tecnico di diversi velocisti anche laziali (come Angelo Ulisse, neocampione italiano dei 100 allievi).

Gran rimonta a metà rettilineo finale e record che Scotti (classe 2000) porta a casa. 

MANGIONE SI CONFERMA - Alice Mangione (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) sente aria di casa (si allena nella Capitale con Marta Oliva) e tiene bene contro le big dei 400, chiudendo ottava la sua seconda gara in Diamond League, davanti a Rebecca Borga (Fiamme Gialle). Crono a 52.78 per la siciliana campionessa d'Italia assoluta a Padova due settimane fa, vicinssima al personale di 52.70 e al secondo crono in carriera. Gara all'olandese Lieke Klaver, al personale in 50.98 e miglior tempo europeo dell'anno. Borga nona con 52.88, rimontata nel rettilineo finale proprio da Mangione. Il commento di Alice Mangione: "C'era un livello alto, però sono soddisfatta del mio tempo anche se noi atleti non ci accontentiamo mai. È stata dura rimanere attaccata alle altre perchè sono davvero forti, ma questo non mi scoraggia, anzi mi gasa di più per fare meglio l'anno prossimo". 

ASTA, STECCHI NON SALTA - Inizia l'asta maschile: Mondo Duplantis è il pezzo forte e ci sarebbe Claudio Stecchi (Fiamme Gialle) a fare da portacolori all'azzurro. Un fastidio al ginocchio durante il riscaldamento, però, lo tiene lontano dalla pedana nella tappa romana della Diamond League. In questa stagione strana per tutti ma in crescendo per il fiorentino di casa a Castelporziano, il portacolori delle Fiamme Gialle era arrivato a 5,82, a 8 centimetri dal record italiano di Gibilisco. 

ALTO, FUORI VALLORTIGARA
- Il pomeriggio del Golden Gala parte con l'alto: fuori Elena Vallortigara (Carabinieri), con tre X a 1,84 dopo aver saltato 1,80. 



File allegati:
- RISULTATI
- FOTO

I laziali al Golden Gala


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate