Giomi in Piemonte. Al lavoro per il futuro

08 Febbraio 2018

Tanti i progetti della Regione Piemonte e della Città di Torino che vedono l’atletica leggera in tutti i suoi aspetti – cross, corsa in montagna, trail, pista – protagonista.


 

Proficua e ricca di spunti la visita di due giorni del Presidente Alfio Giomi in Piemonte. Tanti i progetti della Regione Piemonte e della Città di Torino che vedono l’atletica leggera in tutti i suoi aspetti – cross, corsa in montagna, trail, pista – protagonista. Le basi per lavorare insieme, in un’ottica di progettualità triennale, sono state poste da tutti gli enti al tavolo: l’Assessore allo Sport della Regione Piemonte Giovanni Maria Ferraris, promotore dell’incontro, e l’Assessore allo Sport del Comune di Torino Roberto Finardi. Agli incontri era presente anche il Comitato Regionale FIDAL Piemonte con la Presidente Rosa Maria Boaglio, e Maurizio Damilano, responsabile del progetto Città della Salute della FIDAL. 

Grande soddisfazione è stata espressa dal Presidente Giomi per l’incontro con Alberto Bolaffi, che ha contribuito a costruire l’epopea di uno dei marchi più noti a livello mondiale legati al collezionismo e alla filatelia. Bolaffi è stato ideatore e promotore, insieme al campione olimpico di Roma 1960 Livio Berruti, del Challenge Stellina, manifestazione internazionale di corsa in montagna che si svolge a Susa nel ricordo della battaglia partigiana delle Grange Sevine guidata dal Comandante Laghi, alias Giulio Bolaffi. Proprio su quei sentieri dove tanto sangue fu versato durante la seconda guerra mondiale oggi atleti di diverse nazioni corrono nel più sano spirito sportivo.

All’interno del progetto triennale di sviluppo dell’atletica regionale c’è la voglia e la volontà della federazione di assegnare un valore istituzionale al Challenge, portando gli atleti delle nazionali di corsa in montagna a confrontarsi qui nel pieno spirito di fratellanza che solo lo sport può dare.

La delegazione ha visitato il Parco della Mandria di Venaria Reale, uno spazio davvero importante per la sua conformazione, per le strutture di cui dispone e per lo scenario paesaggistico che offre: un sito che potrebbe essere al centro di una progettualità triennale legata al cross e al trail. Così come con il Comune di Torino in particolare si è affrontata la progettualità legata all’attività indoor e alla relativa impiantistica, da sempre estrema necessità per l’atletica regionale e non solo.

Soddisfazione da parte dell’Assessore allo Sport della Regione Piemonte Giovanni Maria Ferraris. "Una giornata molto proficua per lo sport regionale, in cui si è delineato un programma triennale per lo sviluppo dell'impiantistica e la promozione dei grandi eventi. Con il presidente Giomi e il Comitato Regionale della Fidal, insieme alle amministrazioni comunali interessate, vi è un sodalizio ideale che permette di intravedere interessanti opportunità di sviluppo l’atletica piemontese".

Sulla stessa linea l’Assessore allo Sport Roberto Finardi. “La Città di Torino vanta una lunga tradizione nell’atletica leggera, ricoprendo un ruolo fondamentale nella promozione e nell’attività agonistica di questa disciplina. Oggi si è discusso insieme alla Regione Piemonte, alla Federazione Italiana di Atletica Leggera di una progettualità di grandissima rilevanza, non solo per la Città, ma per tutto il movimento sportivo italiano. La Città non può che essere favorevole a queste iniziative che danno lustro allo sport cittadino e nazionale, riportando in auge il valore inestimabile dello stadio Primo Nebiolo, ormai casa dell’atletica leggera piemontese.”

 

 


La visita al Parco de La Mandria


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate