Daisy Osakue: ''Cascasse il mondo sarò a Berlino

30 Luglio 2018

Aggredita la primatista italiana under 23 di lancio del disco: è stata colpita da un uovo all'occhio sinistro mentre stava attraversando la strada a Moncalieri.


 

Brutta avventura per la 22enne discobola azzurra Daisy Osakue, vittima di una grave aggressione ieri sera a Moncalieri (Torino): "Sono molto arrabbiata - racconta la lanciatrice della Sisport Torino che da un paio d'anni studia e si allena al college in Texas -. Una persona dovrebbe essere tranquilla e libera di camminare per strada senza rischiare di essere aggredita così all'improvviso. E' stato un atto da codardi. Non voglio usare la carta del sessimo e nemmeno quella del razzismo, ma ora desidero capire il perché di tutto questo".

"Tornavo a casa da sola a piedi - spiega la primatista italiana under 23 di lancio del disco - dopo una visita ad una persona di famiglia in ospedale. Stavo attraversando la strada sulle strisce, ho visto un mezzo, forse un furgoncino, con due ragazzi a bordo che accelerava e poi ho sentito un colpo fortissimo all'occhio sinistro. Mi sono messa ad urlare perché ho visto del liquido sulle mani e ho avuto paura che fosse acido, poi mi sono resa conto che era un uovo".

Sulla sua partecipazione ai prossimi Europei (6-12 agosto), Daisy sembra comunque avere le idee molto chiare: "Ho alcune abrasioni alla cornea dovute ai frammenti del guscio, ma cascasse il mondo, io andrò a Berlino! Ora due giorni senza allenamento, poi mercoledì mattina un altro controllo a Torino all'ospedale oftalmico e potrò ricominciare ad allenarmi giovedì. La qualificazione della mia gara è il 9 agosto".

(da fidal.it)



Condividi con
Seguici su: